prodotti tipici

Voglie Cilentane

Noi di Voglie Cilentane abbiamo tra i tanti obiettivi, quello di far conoscere e valorizzare il nostro territorio, attraverso i nostri prodotti tipici, ottenuti impiegando materie prime esclusivamente cilentane. Sono la nostra guida: le ricette, i ricordi, le storie dei nostri nonni! Sul sito di Voglie Cilentane, inoltre, siamo felici di dare spazio , ad altre aziende con le quali condividiamo i medesimi obiettivi, per far si che la passione e l'amore per la nostra terra arrivino anche a voi!

prodotti conserve di terra

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità.


I nostri Prodotti

COOP. Agricola Voglie Cilentane

Voglie Cilentane nasce dall’idea di valorizzare il nostro territorio attraverso la scoperta dei sapori cilentani, disponibili ogni volta che lo desideri… “ogni ‘bbota ca te veneno ulìi”.

Il nostro lavoro nasce dalla voglia di portare a casa vostra i sapori di una volta. Quelli che si sono persi nel tempo dovuti alla industrializzazione. Assaporate le vecchie usanze! Tutti i nostri prodotti sono lavorati a mano.


Riconosciuti dal Presidio Slow Food

"Voglie Cilentane" e l'importanza della tradizione

“La tradizione non consiste nel conservare le ceneri, ma nel mantenere viva una fiamma” (J.J.)… è su questo che si basano i nostri processi di produzione! Prima di entrare in laboratorio e applicare tutti i procedimenti ovviamente dettati dallo studio di tecnici e biologi, noi amiamo scoprire e sapere come quel nostro prodotto veniva realizzato e conservato dai nostri nonni. Per questo la nostra azienda si radica su questi quattro fondamenti:

Storia e Tradizione

Prima di realizzare un prodotto curiosiamo tra le ricette di famiglia, per far sì che il risultato finale sia quanto di più simile ai prodotti di una volta, affinchè quei sapori arrivino sulle tavole di oggi!

Studio e Innovazione

Grazie ai tecnici e ai nostri biologi, possiamo realizzare i nostri prodotti, attraverso metodi di conservazione che non stravolgano le proprietà organolettiche delle materie prime!

Scelta delle materie prime

Laddove non arriva il nostro orto, procediamo alla ricerca delle materie prime, che devono essere esclusivamente "made in Cilento".

Cilento in tavola

L'obiettivo che ci poniamo è che quando un nostro prodotto arriva sulle vostre tavole, è che arrivi un pezzetto di Cilento, un pezzetto di noi, della nostra storia e del nostro amore per questa magnifica terra.

Dicono di noi

Zuccaecioccolato di alexelda (alessandra paradisi). Otto mesi senza vedere il mio mare. Ho pensato spesso a come sarebbe stato ritornare, aprire la casa, respirare l’aria salmastra, sedermi in giardino. Ed eccomi qui, finalmente a Casal Velino, nel mio piccolo pezzo di Cilento. Non mi soffermerò su come ho trovato il paese perché non è questo il luogo e non ho gli strumenti per affrontare un discorso troppo complesso, ma posso dire, da semplice cittadina, che è un dolore vedere le condizioni in cui versa. Nonostante tutto c’è del bello e c’è molto di buono e di nuovo che desidero raccontare. In questo anno e mezzo abbiamo tutti avuto molto tempo per riflettere e ripensare la nostra vita. Abbiamo visto e toccato con mano la disperazione di un lavoro perso, di una perdita, di una delusione e lo smarrimento psicologico di chi non riesce a lasciarsi alle spalle i momenti più cupi. Io per prima ho provato, sulla mia pelle, l’incapacità di reagire agli eventi, la fatica di voltare pagina e guardare al futuro con fiducia e positività. Una sensazione di pesantezza mi ha accompagnato per lunghi giorni, ma non posso negare che una volta rivisto il mare, sentito sulla pelle il calore del primo sole e ripresa confidenza con una casa che mi sta nel cuore, da sempre a fasi alterne di amore e odio, ho capito che si può e si deve ripartire. Ognuno di noi lo farà a modo suo, io so soltanto raccontare storie ed è quello che intendo fare partendo da chi, proprio qui, in questo piccolo paese del Cilento, ha scelto di mettersi in gioco per realizzare il proprio sogno. I protagonisti di questa storia sono due amiche del cuore con i rispettivi mariti e un dietro le quinte ricco di affetti familiari presenti e passati che rappresentano il punto di partenza e l’ossatura di questi ragazzi che per scommettere sul futuro hanno deciso di guardare con rispetto a ciò che è stato prima di loro, ma puntando al domani. La scelta di Serena, Clementina e Angelo è maturata a ridosso del primo lockdown, invece di abbandonare tutto hanno deciso di realizzare il loro sogno di far crescere e conoscere le antiche tradizioni di questa terra. Forti di famiglie che li sostengono e che gli hanno trasmesso l’amore e il rispetto per i prodotti del territorio, si sono rimboccati le maniche e hanno creato “Ulìi” che in dialetto significa “Voglie”. Una bottega in cui si respira aria di casa, di campagna e di allegria. “Abbiamo mosso i primi passi – racconta Serena – con tanta paura, ma anche tanto entusiasmo. Amiamo molto la nostra terra e il nostro desiderio più grande era quello di far conoscere le specialità che il territorio offre. All’inizio abbiamo puntato su una piccola produzione nostra”. Clementina racconta anche delle mille difficoltà incontrare per i permessi e le certificazioni. “Non abbiamo mai voluto fare le cose di fretta saltando i passaggi. Quindi abbiamo selezionato pochi prodotti e atteso tutti i permessi e le certificazioni. Non è stato facile, ma è stato molto stimolante, perché questo ci ha permesso di farci una cultura in fatto di qualità dei prodotti che ci è tornata molto utile nel momento in cui abbiamo deciso di affiancare alla nostra produzione anche quella di aziende agricole del territorio cilentano”. L’impegno di Serena, Clementina e Angelo è quindi diventato quello di selezionare con cura e attenzione piccole realtà agricole artigianali in grado di fornire le eccellenze da proporre al cliente. La bottega, pronta anche per selezionate degustazioni, racconta la storia della loro famiglia, si respira l’amore per la terra, si acquista non soltanto un prodotto, ma un pezzetto di vita. Sono sette i prodotti fatti direttamente nel laboratorio, le mitiche olive Salella ammaccate, i sottoli, alcune confetture e i biscotti. Nelle retrovie ci sono le mamme che si occupano dello sviluppo delle ricette, mentre loro tre gestiscono il negozio, selezionano i prodotti, curano la parte amministrativa e il marketing. Molto interessanti le motivazioni che li hanno portati a scegliere un prodotto che deve essere non soltanto locale, ma rispettare rigorosamente i principi della lavorazione artigianale di qualità. Dal “pane tuosto” ai salumi, dai formaggi all’olio e ai vini, qui tutto racconta un pezzo di Cilento, si percepisce il lavoro che c’è dietro ad ogni confezione, e racconta un po’ della storia di ognuno di loro. Una pausa per degustare in calma qualcosa in loro compagnia, mentre spiegano nel dettaglio da dove viene e chi ha fatto quello che hai nel piatto, è tempo ben speso, è un arricchimento per lo spirito oltre che per il palato. Forse non riesco a trasmettere l’entusiasmo e la passione delle loro parole, ma è stato davvero molto toccante ascoltare con quanto amore hanno deciso di affrontare questa nuova avventura, non si sono fatti fermare dalle difficoltà, dalla burocrazia e soprattutto da quanti dicevano che non fosse il caso. Certo sono ben consapevoli che la strada è ancora lunga e che per raccogliere i frutti di tanti sacrifici ci vorrà del tempo, ma intanto quello che hanno creato è una speranza, questi lunghi mesi non li hanno svuotati, ma anzi li hanno messi davanti ad una sfida che hanno scelto di affrontare puntando su professionalità, competenza e passione.

Descrivervi il mondo di “Ulìi-Voglie cilentane”, vuol dire partire da chi ci ha dato i natali. Erano gli anni ’50 e nonno Barone, il Barone Pinto acquisisce un frantoio nel comune di Centola. Sua moglie, porta in dote ettari di ulivi secolari e ciò fa si che la sua attività giovi in primis a se stesso, lavorando le sue olive, per la maggior parte di qualità “Salella”, gli stessi ulivi che oggi permettono a noi di preparare le olive salella ammaccate. È da qui che parte “Ulìi”, da piante di olive, secolari, che per nostro grande orgoglio sono tramandate nella nostra famiglia da generazioni. A renderle secolari e produttive negli anni, sicuramente hanno giovato le condizioni che soddisfano la regola delle “Cinque S”: sale, sassi, siccità, silenzio e solitudine. Gli uliveti, infatti, sono situati in una posizione privilegiata, sulle colline di Casal Velino, vista mare, immersi nella natura ancora incontaminata, lontani dal centro abitato, dove il tempo sembra essersi fermato e dove sembrano incontrarsi l’ieri, l’oggi e il domani, in un’atmosfera magica e perché no, romantica! Per ottenere un frutto di qualità, però, la posizione non basta è necessaria la cura che ogni pianta richiede attraverso un lavoro costante, che dura tutto l’anno! La raccolta delle olive Salella, avviene tra la fine di agosto e la fine di settembre, con l’aiuto di pettini manuali, affinché il frutto non sia intaccato in alcun modo, come potrebbe accadere se venissero impiegati macchinari più “aggressivi”. Tale accorgimento si rende necessario per realizzare le olive ammaccate. Il periodo della raccolta è fondamentale, in quanto il frutto deve essere all’inizio del processo di maturazione affinché il prodotto finale abbia e mantenga il caratteristico colore verde brillante. L’oliva salella ammaccata, eccellenza cilentana, riconosciuta dall’associazione slow food e meritevole del loro presidio, è il fiore all’occhiello della nostra produzione. Una volta raccolte le olive vengono schiacciate rigorosamente a mano e tenute in salamoia per tre giorni, avendo cura di rinnovare la salamoia almeno due volte al giorno, affinché il frutto perda il sapore amaro, proprio dell’oliva appena matura. Arricchite e profumate con erbe aromatiche, vengono invasate e conservate in olio extravergine di oliva. Per le nostre olive ammaccate, utilizziamo l’olio ottenuto dalla medesima raccolta, dunque un olio di colore verde e dalle note piccanti che innalza maggiormente la qualità del prodotto finale. I nostri olii vengono lavorati unicamente mediante procedimenti meccanici ed estratti a freddo presso il frantoio Pietra Bianca di Monzo Germano (www.monzo.it), eccellenza nazionale nel settore (http://www.monzo.it/premi-e-riconoscimenti/). Subito dopo la campagna di raccolta e al termine della lavorazione delle olive ammaccate, ci organizziamo per la potatura delle piante, che viene sapientemente realizzata solo da mani esperte tra ottobre e dicembre. Anche qui, la scelta dei tempi è fondamentale, perché dopo la potatura, alle piante sia dato il tempo necessario per la ripresa dalle “ferite” affinché sia pronta e in forze per la fioritura. Tra gennaio e marzo, a dispetto dei pareri contrastanti, quando la pianta va in vegetazione, concimiamo gli alberi in modo che con lentezza e all’occorrenza assorba tutto il nutrimento necessario che le permetta di fiorire. Ultimo accorgimento, ma non meno importante, è la pulizia delle piante; anche qui, ci sono varie scuole di pensiero noi ci accodiamo a chi sostiene che la pianta debba essere pulita e libera sempre, quindi privata dei succhioni durante tutto l’anno, quando è necessario. I succhioni o “frulici” (dialetto cilentano) altro non sono che la “parte selvatica della pianta”, il germoglio che si sviluppa sul tronco o dalle branche dell’albero, e che grazie alla favorevole posizione, assorbe grandi quantità di linfa a discapito degli altri rami. È per questa ragione che noi non scegliamo un periodo preciso per eliminare i succhioni, ma cerchiamo di tenerle libere e pulite durante tutto l’anno. Cosi inizia la storia di “Ulìi”; dalla terra, dalle origini, dalle colline del cilento. Ulìi nel nostro dialetto vuol dire voglie, e cosi… Voglia di tornare alle origini, voglia di lavorare con la natura, voglia di riscoprire storie, racconti e tradizioni, voglia di sapori di casa.


Prodotti in Offerta

Per ordini superiori a 100 euro la spedizione la paghiamo noi.

Le spedizioni si effettuano dal Lunedi al Venerdi tempi di attesa 24/48 H

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità.

Copyright © 2021 Vogliecilentane.it